Archivio storicol'archivio dei movimenti pugliesi"Benedetto Petrone"

ritorna a >HOME PAGE<

chi siamo documenti ricordi memoria fondi      foto/  video mail
Bari

Brindisi/ Ostuni

Lecce Taranto Foggia Italia  Mondo

per non dimenticare Benedetto Petrone, Fabrizio Ceruso, Walter Rossi. Saverio Saltarelli...

indice/categorie

L'ALTRARESISTENZA AL NAZIFASCISMO/6

link

L'ALTRA RESISTENZA
1)CARLO BUSCAGLIA
2) Arrigo Boldrini " Bulow"
3)Nicola Bellomo
4)il giudizio sui caduti della RSI e 'aeronautica repubblichina
5)  Brindisi 8 settembre 43: la Fenice e l'ultima missione
6) 8 settembre 43 inizia la guerra di liberazione
7) 12 settembre 43 Barletta con Il colonnello Grasso resiste ai tedeschi
8) la resistenza della div. Acqui a Cefalonia, settembre 1943
                         9) 7 ottobre 1943 la deportazione dei carabinieri romani in Germania
 
categorie
Resistenza
l'altra Resistenza
Puglia rossa
Irpinia ribelle
 
Iniziative
Genova 2001
Ylenia
Antifascismo
Benedetto Petrone
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

RESISTENZA...ma non solo ....L'ALTRA RESISTENZA: I MILITARI ITALIANI CONTRO IL NAZIFASCISMO.PER NON DIMENTICARE CEFALONIA

 

8 settembre 1943:

l'annuncio dell'armistizio

In Italia inizia la guerra di liberazione dal nazifascismo

in questa breve pagina dedicata all'8 settembre faremo parlare le immagini di alcuni momenti salienti di quei giorni del 1943.

In altre pagine del sito nei prossimi giorni narreremo dei tanti episodi di cui militari e civili italiani insorsero in armi contro i nazifascisti senza che nessuna autorità lo richiedesse.

Vogliamo ricordare  che 500.000 soldati italiani fatti prigionieri dai tedeschi e loro alleati decisero di non aderire alla repubblica di Salò e si rifiutarono di collaborare con i nazisti. Vissero 18 mesi da deportati nei lagher e 40.000 di loro lì vi morirono per fame, malattie ed esecuzioni sommarie.

600000 soldati presero parte al nuovo esercito di liberazione italiano ed al fianco e a volte prima degli alleati giunsero  a liberare il Nord

100000 soldati entrarono a far parte delle formazioni partigiane

Le forze armate italiane dell'esercito di liberazione ebbero 86000 caduti

i partigiani oltre 32000. decine di migliaia  i civili inermi massacrati da nazisti e fascisti durante stragi e rappresaglie.

Un duro prezzo pagato dal popolo italiano affinchè il fascismo fosse cancellato dal suo futuro


CRONOLOGIA 8- 12 SETTEMBRE 1943

la difesa spontanea di Roma

a Porta San Paolo bersaglieri, lancieri di Montebello carristi, carabinieri e civili combattono contro i tedeschi

 

 

I PERCHE' DELLA MANCATA DIFESA DI ROMA

 

home page


è consentita  la riproduzione a fini non di lucro dei materiali dell'Archivio Storico Benedetto Petrone con l'obbligo di riportarne  la fonte

Open Area Pugliantagonista informa

mail provvisoria

pugliantagonista@libero.it


 

 
Osservatorio sui Balcani

di Brindisi

osservatoriobrindisi@libero.it
 

Archivio Storico
Benedetto Petrone
 
mail provvisoria
archiviobpetrone@libero.it