Archivio storicol'archivio dei movimenti pugliesi"Benedetto Petrone"

per non dimenticare Benedetto Petrone, Fabrizio Ceruso, Walter Rossi. Saverio Saltarelli...

 

chi siamo documentiantifa ricordi/poesia memoria fondi/archivio      foto/  video mail
Bari

Brindisi/Sandonaci Ostuni

Lecce Taranto Foggia Italia  Mondo
 

ritorna a HOME PAGE

 
categorie/index

Iniziative per Benedetto Petrone

link

1800/1918
1918/1945
1945/1967

1968

1969/1976
1977
1978/1990
1990/2001
2001>>
 
Resistenza
l'altra Resistenza
Antifascismo
Puglia rossa
Irpinia ribelle
Iniziative
Benedetto Petrone
 
Genova 2001
Ylenia

è consentita  la riproduzione a fini non di lucro dei materiali dell'Archivio Storico Benedetto Petrone con l'obbligo di riportarne  la fonte

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

BENEDETTO PETRONE RICORDATO NELLE LOTTE DI TUTTI

2013

Taranto 29 novembre 2013 https://www.facebook.com/events/594377540628936/?ref_newsfeed_story_type=regular

Il comitato di quartiere Città vecchia Arco Paisiello  G18 Taranto serata , con video , mostra foto, dibattito

Bari  28 novembre 2013 : Manifestazione istituzionale

A 36 anni dal brutale assassinio, la città di Bari ricorda Benedetto Petrone: la cerimonia commemorativa, organizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con il Comitato 28 novembre e l’ANPI, avrà luogo giovedì 28 novembre, in due distinti momenti.

Alle ore 11.00 il sindaco di Bari Michele Emiliano, alla presenza dei rappresentanti di Provincia di Bari, Regione Puglia, ANPI, Camera del Lavoro di Bari e Comitato 28 novembre, deporrà una corona presso la lapide commemorativa in piazza della Libertà, dove il 28 novembre del 1977 il giovane militante della Federazione Giovanile Comunista fu accoltellato a morte da un gruppo di ragazzi aderenti al Fronte della Gioventù. A seguire, intorno alle 11.30, una cerimonia commemorativa si svolgerà sotto la targa stradale in via Benedetto Petrone, nei pressi di piazza Chiurlia.

Nel pomeriggio, alle ore 17.00, su iniziativa del Comitato 28 novembre, nell’Aula Magna di Scienze Politiche, si terrà l’incontro-dibattito “Ricordando Benedetto Petrone – La Costituzione presa sul serio”, introdotto da una relazione di Nicola Colaianni.

 

 

2012

Bari 28 novembre 2012 Il comune, le associazioni, l'ANPI ricordano Benedetto Petrone

Bari 28 novembre i movimenti ricordano  Benny con un corteo nel pomeriggio alle 18 da piazza Umberto, 

-------------------------------------------------------

2011

Benedetto Petrone ricordato a Bari il 28 ottobre 2011 e a Brindisi il 26 ottobre 2011

BARI: L’Amministrazione Comunale in collaborazione con il Comitato Benedetto Petrone e l’ANPI, ricorda il 34° anniversario della morte di Benedetto Petrone.
Lunedì 28 novembre prossimo saranno deposte corone di fiori:
- allle ore 10.30 in Via Benedetto Petrone, presso la targa stradale;
- alle ore 10.45 in piazza Libertà presso la lapide commemorativa.
A seguire, presso la sala Consiliare “E. Dalfino” di Palazzo di Città, avrà luogo proiezione  sintesi film allarmi siam fascisti u neofascismo in italian sino agli anni 60la proiezione di una sintesi ragionata, curata dalla regista Cecilia Mangini, del documentario storico del 1961 “All’armi siam fascisti!”, introdotta da Vito Antonio Leuzzi, direttore dell’IPSAIC.

"All'armi siam fascisti" è un film del 1961, di Lino Dal Fra, Cecilia Mangini e Lino Micciché, che ripercorre la storia del fascismo fino alle formazioni neofasciste dei primi anni '60, con il commento dello scrittore Franco Fortini. E' stato proiettato a Roma in occasione del Cinquantennale, il 26 ottobre 2011, e ne è stato pubblicato il Dvd.
Si sta predisponendo l'intervento in videoconferenza di Cecilia Mangini alla manifestazione di Bari. 

MANIFESTAZIONE 28 NOVEMBRE 2011
ORE 17:30 P.ZA UMBERTO – BARI
con Benedetto Petrone nel cuore

 

 

Benedetto Petrone ricordato a Brindisi il 26 ottobre 2011

l'evento su facebook

Sabato 26 novembre 2011 , ore 17,30, presso sede ANPI Brindisi, via Umbria 24, proiezione del Film-inchiesta “Benny vive!”

 

L’ANPI di Brindisi, con la collaborazione dell’Archivio Storico Benedetto Petrone e grazie al regista Francesco Lopez, nel corso della serata dedicata alla campagna nazionale per il nuovo tesseramento e pubblicizzazione delle attività dell’ANPI, proietterà  per la prima volta a Brindisi il film “Benny vive”, a  cui farà seguito un dibattito .

L 'Archivio Storico Benedetto Petrone intende con questa iniziativa affiancarsi a quelle che si svolgono ogni anno a Bari per ricordare Benny, coinvolgendo le altre province pugliesi a partire da Brindisi, promuovendo attività di recupero della memoria antifascista.

 

BENNY VIVE!

Il film-inchiesta di Francesco Lopez, regista barese.

E’ un film che parla non solo della tragica fine di un giovane di 17 anni, iscritto alla FGCI, per mano di una squadraccia di neofascisti baresi, ma anche dei sogni, delle speranze e  delle lotte di Benedetto ”Benny” e dei suoi compagni della Bari vecchia, un quartiere abitato da una umanità scomoda agli occhi di quella  “Bari bene”  che sognava la speculazione edilizia e l’espulsione dei “proletari” da esso per farne una lucida vetrina simile a quelle lussuose di via Sparano.

I neofascisti baresi in quegli anni erano il braccio armato di questo disegno, contendendo, con la mano assassina,  il territorio a chi reclamava servizi   pubblici,( le fogne,gli asili nido, ecc)lavoro e giustizia sociale. Essi,i fascisti, organizzati militarmente, godevano su tutto il territorio pugliese di una rete di sostegno logistico e finanziario  e di complicità istituzionali che ne garantivano la totale impunità per le loro malefatte.In quella notte del 28 novembre1977, a cadere sotto la loro mano assassina fu Benedetto, rimasto isolato dai suoi compagni a causa di una gamba poliomenitica, che gli impediva di fuggire.

Il film fa parlare direttamente, con il metodo dell’intervista, i soggetti coinvolti da entrambi i fronti  e mette a nudo aspetti non secondari della vicenda, come la frequentazione di Piccolo, l’unico condannato tra i missini, con le cellule neofasciste presenti a Brindisi e collegate con le stragi che hanno insanguinato il nostro paese negli anni 70 e 80, o i campi paramilitari pugliesi dove ci addestrava al colpo di Stato, o ancora il ruolo dei mazzieri di Taranto, poi riciclatisi nelle liste civiche che li portarono al governo di quella città negli anni 90.

E’ un film che lancia delle accuse anche a quella sinistra che non seppe e non volle mettere in crisi il sistema spartitorio e complice di potere negli affari della città, quando a sedere sui banchi degli imputati furono i figli della Bari bene.

Un film che narra del fiume di operai della zona industriale di Bari e di giovani  studenti e gente del quartiere di Bari vecchia che, la mattina seguente all’assassinio di Benedetto, decise di chiudere definitivamente, con l’azione diretta i luoghi e le sedi dei fascisti.

Un film per ricordare,  ma anche trarre motivo di sentire in noi sempre vivi i motivi della Resistenza al Fascismo vecchio e nuovo, ad ogni forma di intolleranza , razzismo, xenofobia, all’uso della violenza come forma di imposizione ideologica e attacco ai valori della nostra Costituzione. 

Archivio Storico Benedetto Petrone

 

Brindisi 24 novembre 2011

 

BRINDISI: SERATA ANTIFASCISTA ricordando le vittime del terrorismo neofascista di ieri e di oggi:da Benedetto Petrone a Walter Rossi,da Dax Cesare a Renato Biagetti.
Nella serata saranno proiettati filmati sull'assassinio di Benedetto Petrone avvenuto a Bari il 28 novembre dal 1977 per mano dei neofascisti baresi.
Anche nella nostra regione gruppi che si ispirano al fascismo e al nazismo grazie a complicità istituzionali hanno avviato campagne di odio xenofobo e razzista, nascondendosi da fumosi proclami di rivolta sociale. Questa iniziativa intende lanciare un' allarme e porre una giusta riflessione su ciò che i democratici e antifascisti possono fare per contrastare tali fenomeni in un momento di grave crisi sociale e istituzionale in cui è coinvolta l'Italia, la nostra Regione e la nostra Provincia.

 

 

 

28 novembre 2000 La sinistra antagonista pugliese per Benedetto Petrone

28 NOVEMBRE 2010

http://www.facebook.com/event.php?eid=162685500435847&ref=mf

 

 

Casa, lavoro, reddito, antifascismo. Donne, migranti, studenti e cittadini liberi. A trentaré anni dall’assassinio di Benedetto Petrone, a bari domenica 28 novembre dalle 16 in poi, si marcerà per le vie del centro cittadino fino a piazza Prefettura, luogo dove il ragazzo venne ucciso nel 1977 per mano neofascista.
Una manifestazione per rivendicare diritti, per dare libertà di parola e azione a chi non ce l’ha.
Gli ideali di benedetto Petrone ripercorsi in una giornata intera vissuta non come rito celebrativo, ma con speranza e voglia di cambiare e resistere in nome di quegli ideali.
Con i migranti dei Cie (centri di identificazione ed espulsione), gli emarginati, le donne e i gay vittime del “sessismo” e dell’omofobia, gli operai, gli studenti e le famiglie dei quartieri ghetto.
Dalla Puglia al centro di Bari, le idee di Benedetto Petrone ragazzo, militante comunista, diciottenne impegnato nella politica e nel sociale, ucciso vigliaccamente per mano di una squadraccia neofascista del movimento sociale con coltello e cacciavite, scorreranno sino alla piazza dove il 28 novembre di trentatrè anni fa fu colpito, a pochi metri da quella che oggi si chiama via Benedetto Petrone, nella città vecchia.
Tra gli organizzatori e gli aderenti alla manifestazione di domenica compaiono il Socrate Occupato (la scuola che ospita i rifugiati politici senza dimora), i ragazzi del Csoa Mercato Occupato Bari (nel quartiere Poggiofranco), Kasamatta Disobbediente.

In rappresentanza del Presidente della Regione Nichi Vendola, parteciperanno alle manifestazioni organizzate dal “comitato civico 28 novembre” domenica 28 novembre gli assessori Tommaso Fiore (ore 10.30 in piazza Libertà – fronte Prefettura Bari) e Angela Barbanente (ore 17.30 Kursaal Santalucia – largo Adua, sala Giuseppina – Bari)

Bari 28-29 novembre 2009

COMUNICATO
 Benedetto Petrone era un ragazzo, un proletario, un comunista, che si
batteva per il risanamento di Bari Vecchia e per l avanzamento civile della
città.
 Era un giovane con una gran voglia di vivere!
 La sua morte, avvenuta per mano neofascista, si inscrive indelebilmente
nella storia di Bari democratica.
 La sua vita è un esempio di impegno civile, politico e culturale a cui tutti
 possono ispirarsi, nell’oggi e per il domani.
 Finalmente, dopo 32 anni, una via della città vecchia ricorda il suo
>sacrificio.
 Chi lo ha conosciuto e fraternamente amato, oggi non può che gioire di
fronte ad un tale pubblico riconoscimento.
 Per questo il 28 novembre 2009, anniversario della sua tragica scomparsa,
sarà un giorno di impegnata riflessione, di festa e condivisione.
 L’invito a partecipare è rivolto a tutto il popolo di Bari.


 Bari, Sabato 28 novembre 2009

 Ore 11:30 - via Benedetto Petrone (c/o Largo Chiurlia)
Cerimonia di scoprimento della nuova targa viaria, alla presenza delle
autorità cittadine, provinciali e regionali, dell’ANPI Puglia e della CGIL.

 Dalle 19:00 alle 23:30 - Piazza del Ferrarese
> Interventi dal palco:
Porzia Petrone (Comitato Civico 28 Novembre); Nichi Vendola (Presidente
 Regione Puglia);
 Musica dal vivo con:
 99 POSSE, CLAUDIO LOLLI, ROSAPAEDA, RADICANTO, SUONI MUDU’, ZONA 45 (POOGLIA
 TRIBE), MON REVE, MASSIMO COMUNE MULTIPLO.
 Bari, Domenica 29 novembre 2009

 Ore 11:00 - Cinema Royal
Prima del film “BENNY VIVE” di F. Lopez.
Ingresso ore 11:00 con invito (fino ad esaurimento posti)
chiusura porte ore 11,30.

Comitato 28 novembre

Bari 28 novembre 1987

Bari 28 novembre 2007

 

HOME PAGE


OPEN AREAL'informazione

 di

 

 

 
Osservatorio sui Balcani

di Brindisi

osservatoriobrindisi@libero.it

 

Archivio Storico
Benedetto Petrone
 
mail provvisoria
archiviobpetrone@libero.it