ritorna ad  HOME PAGE osservatorio

E' consentita la riproduzione , ,senza fini di lucro dei materiali prodotti dall'Osservatorio sui Balcani di Brindisi  con l'obbligo  di riportarne esplicitamente la fonte.

OSSERVATORIO SUI BALCANI DI BRINDISI

 CHI SIAMO  NEWS  Mail  INCHIESTE/ARTICOLI  ARCHIVIO
 URANIO U 238   PUGLIA MILITARIZZATA  IL FUTURO MILITARIZZATO MIGRANTI E FFAA MILITARIA RECENSIONI

OPEN AREA Pugliantagonistainforma

Archivio storico   Benedetto Petrone

Pugliantagonista homepage
categorie

MILITARIA: le recensioni dell'OSSERVATORIO/6

Pagine

correlate

 

LIBANO

La lunga crisi libanese descritta da un gesuita che accusa esplicitamente Sharon ed Israele per la strage di Sabra e Chatila

Oggi 10 gennaio 2014 Ŕ annunciata la morte dopo una lunghissima malattia, del generale ed expremier israeliano Sharon. Ai suoi funerali annunciati tra giorni saranno presenti i potenti del mondo: non ce ne scandalizziamo, Ŕ la complicitÓ  di  chi ha sulla coscienza stragi, crimini di guerra violazione dei diritti umani, affamamento e sfruttamento di popoli e di risorse dell'intero pianeta e omaggiare uno dei  massimi difensori di uno Stato che ha fatto della negazione dei diritti del popolo palestinese  Ŕ quindi naturale. Molti di essi se interrogati sull'accusa principale che ha  Sharon perseguitato dal 1982,ovvero di essere il regista della strage di migliaia di civili inermi, donne, bambini, anziani,  risponderebbero che nessuna commissione d'inchiesta lo ha mai condannato e che quelle accse sono sempre di fonte interessata, ovvero palestinese e araba del fronte dell'intransigenza.

Approfittiamo dell'occasione per presentare  un "vecchio" libro del 1996 , edito dalla SEI di Torino , il cui autore Ŕ un gesuita, esperto di questioni internazionalei quale  responsabile del settore Esteri della rivista CiviltÓ Cattolica ( ovvero   del punto di vista sul mondo da parte del Vaticano). Un libro che consiglieremmo di leggere,  anche se pu˛ sembrare antiquato e pieno di riferimenti ai discorsi sulla pace e sulla guerra dei vari pontefici, ma che illustra in maniera lucida un pezzo teribile della storia del Libano, compresa quella della crisi del 1982 che port˛ ai  devastanti bombardamenti israeliani su Beirut, l'invasione dell'esercito comandato da Sharon ed infine dopo la vergognosa risoluzione ONU, il disarmo e l'allontanamento dei combattenti palestinesi, la strage per mano delle milizie falangiste e sotto il controllo delle truppe israeliane, con stupri, sgozzamenti, torture inenarrabili in particolare contro bambini e bambine, di migliaia di civili inermi palestinesi nei due campi profughi di Sabra e Chatila

 

1)Gen: Giancotti:la leadershipnella complessitÓ

2)Giovanni Cecini:I soldati ebrei di Mussolini

3)le streghe della notte:le donne pilota russe