Archivio Storico Benedetto Petrone

MOVIMENTI ANNI 70

INTERNAZIONALE

Weathermen : la storia

SEZIONE 1:USA a)WEATHERMEN
1)Nel tempo dei cambiamenti climatici c'é ancora bisogno di un esperto del tempo?

2)Weathermen

3)Contestazione giovanile USA:figli dei fiori o guerriglieri?


4)Una Weatherwoman: Diana Oughton

 


 

 

 

 

 

 

 

 

You don’t need a Weatherman to know wich way the wind blow (Bob Dylan)

Non c’è bisogno di un esperto del tempo ( ndt: metereologo) per sapere da che parte spira il vento…

 

LA NASCITA DEI WEATHERMEN

Chi furono i Weathermen?

Uno tra i più radicali movimenti di rivolta bianchi negli USA e figli di un’organizzazione studentesca, l’ SDS , nata nel 1960 tra i giovani liberal e che giunse a contare tra i 60.000 e i 100.000 aderenti alle campagne antiapartheid, contro la povertà ed infine contro la guerra di aggressione al Vietnam.

Nel 1966  l’ingresso nell’ SDS  del piccolo partito del Progressive Labor (m-l) di ispirazione maoista  contaminanò in chiave antimperialista l’organizzazione studentesca ma  innescò anche un processo di faide e spaccature interne .

 

Come mai un gruppo radicale e liberal  fu attratto dal maoismo?

1)La risposta è insita in ciò che quegli anni fu il modello maoista per milioni di giovani e come la Cina idealmente rappresentasse allora l’idealizzazione di un socialismo diverso da quello rappresentato dall’URSS e dai paesi del Patto di Varsavia.

2)L’ SDS era attratta dalle dinamiche del movimento del Black panther , organizzazione rivoluzionaria dei neri afroamericani , nata  anch’essa come organizzazione marxista leninista con influenze maoiste.

 

Dalle scissioni interne all’SDS nascono i Weathermen.

Tra loro i capi delle rivolte della Columbia University ed una presenza tra le università di NY , Michigan e Ohio.

Nel giugno del 1969 , dieci  esponenti del movimento 2 Maggio (M2M) formarono un “caucus” conosciuto come Weather  Bureau  e presentarono una mozione all’interno della convenzione dell’SDS per spingerla su posizioni dichiaratamente antimperialiste, ma ormai l’SDS  stava andando in frantumi nella guerra tra fazioni pro o contro il Progressive Labor.

IL PROGRAMMA POLITICO

“Hot Town ;summer in the city” è la risoluzione  che contiene la strategia dei Weathermen , ma anche i sapori , le illusioni e la freschezza ancora attuale del messaggio di rivolta dei giovani radicali americani,

Un messaggio che a pezzi, trasformato  e riadattato lo ritroviamo disseminato tra i mille movimenti radicali ed anticapitalisti della nostra Europa degli anni 60 .

Portare il messaggio della rivolta tra quella classe media  in cui paradossalmente era inclusa la maggioranza della classe operaia bianca  americana, la stessa che sognava la casa unifamiliare da cambiare ogni dieci anni, le vacanze in florida ed un conto in banca per mantenere i figli nelle più prestigiose università

Trasformare il Movimento studentesco in movimento rivoluzionario che includesse tutti i giovani, bianchi e neri.

Trasformare l’SDS in una rete di collettivi omogenei che organizzassero i giovani nelle scuole , nell’esercito, nelle comunità hippy e nei quartieri operai.

L’EVOLUZIONE

Convinti che la maggioranza dei bianchi degli USA fosse troppo razzista ed amante delle comodità e quindi incapace di mettere in discussione il sistema capitalistico, ben presto i  Weathermen preferirono appoggiare con le loro azioni le rivoluzioni altrui sperando che li seguisse in questo sogno internazionalista l’intera gioventù americana.

In questa fase discendente nacque la ricerca quasi parossistica allo scontro violento,  fino a giungere alla decisione della clandestinità ,  della lotta armata  ed azioni di solidarietà con i detenuti di altri gruppi politici come i Black Panther.

 

Vocaboli:

PIG .: è il termine più usato dai W con cui marchiare sbirri, giudici, capitalisti ma anche gli stessi appartenenti a quella classe media di cui essi stessi erano figli e che non volle aderire alla rivoluzione.

WEATHERWOMAN: furono le donne del movimento, spesso maggioritarie nei collettivi di base e presenti a tutti i livelli dell’organizzazione. Questo non impedì gruppi femministi e underground di criticare i Weathermen di "maschilismo".

Weather Bureau: è sicuramente il più originale termine per definire il proprio Comitato Centrale

 LO SCIOGLIMENTO

Dopo azioni clamorose firmate da loro o replicate da altri gruppi presenti nei diversi stati dell’Unione che pur non essendo rappresentati nel Weather Bureau ne emularono le gesta,  la tragica morte di tre esponenti di rilievo determinò un fortissimo ripensamento sull’uso degli esplosivi ed in genere sull’efficacia del messaggio terroristico come forma di propaganda e di arruolamento nelle file della rivoluzione .

Riflusso, repressione, il dilagare delle droghe leggere prima, LSD poi ed altri preparati sintetici, la voglia di rifiuto totale della società e di allontanarsene  creando  mille comunità alternative, hippy, esoteriche o… semplicemente…il pragmatismo americano portò molti di loro a cercare di cambiare qualcosa ,apportando nuove idee e mettendo una marcia in più  agli aspetti variegati della società americana  tanto contestata .

 segue>>>

un film del 2002 sulla organizzazione dei weathermen

un link sul web sui Weathermen

2012 presentato un film sui Weathermen a Venezia di Redford

nelle sale italiane dal 20 dicembre 2012