LE STORIE RACCONTATE DA NOI

MOVIMENTI ANNI 70 INTERNAZIONALE Archivio Storico Benedetto Petrone

DIANA OUGHTON

Storia di una Weatherwoman

link :

http://www.time.com/time/magazine/article/0,9171,942212,00.html

bernardine dohrn.jpg (13201 byte)
Bernardine Dohrn

una leader del Weather Underground


SEZIONE 1:USA a)WEATHERMEN
1)Nel tempo dei cambiamenti climatici c'é ancora bisogno di un esperto del tempo?

2)Weathermen

3)Contestazione giovanile USA:figli dei fiori o guerriglieri?


4)Una Weatherwoman: Diana Oughton

 

Riproduciamo ciò che scrisse  di lei qualcuno che la conosceva :

Dal Liberation News Service di New York :18 marzo 1970

  Diana Oughton , 28 anni è una delle tre persone morte nell’esplosione accidentale a Greenwich Village  il 6 marzo 1970.Nata  nell’Illinois da una famiglia danarosa e di solide credenziali borghesi, Diana fu mandata a Madeira School, una raffinata  scuola per fare di lei una donna ben inserita nella società borghese, poi entrò in un college femminile per un corso di lettere. Si diplomò nel 1963.

Era un’epoca in cui la retorica liberale appariva capace di attirare i migliori intelletti della nuova generazione.

I diritti civili, i Corpi della Pace e l’Alleanza per il Progresso , il disarmo nucleare, un mondo senza guerra  e senza atomica.

 Belle parole che la convinsero ad arruolarsi nei programmi di assistenza all’estero VISA e inviata in Guatemala dove visse due anni in unna piccola cittadina  india da un nome  quasi impronunciabile Chichicastenango.

Quello che vide furono sofferenze, morti premature e paralizzante ignoranza. Si gettò nel lavoro con accanimento, insegnando alla gente a costruire forni e latrine, costruendo scuole ed un piccolo ospedale ma ben presto si accorse che nulla sarebbe  cambiato nella condizione di inferiorità degli indio.

Tornata negli USA si impegnò in scuole sperimentali per i bambini.

I bambini che tanto aveva imparato ad amare a Chichicastenango... ma anche lì si accorse,  dopo due anni, che il sistema scolastico è parte integrante di un sistema sociale che non può permettersi di lasciare i propri figli liberi.

Nell’inverno del 1968-69 divenne responsabile  regionale dell’SDS nel Michigan completando l’evoluzione nella comprensione che il razzismo che aveva visto in America come in Guatemala, si coniugava con le sofferenze del popolo vietnamita e la disumanizzazione dei nostri fratelli e sorelle qui , nel cuore  malato dell’Impero.

Divenne dura, sicura di sé, si tagliò i capelli e si mise gli occhiali per combattere il pregiudizio diffuso che le donne con gli occhiali non piacciono agli uomini.

La tragedia della sua morte è dovuta alla straordinaria bellezza della sua vita e ai liberali che scuotono la testa sdegnati di fronte  ai resti fumanti della sua casa , rispondiamo che sono gli stessi liberali responsabili di morti e distruzioni tanto grandi da rendere insignificante il cratere di un edificio esploso a NY.

Le idee radicali di Diana Oughton costituivano l’energia di una vita che è stata troppo breve ma ricca di umanità…

Il giorno dopo l’identificazione del suo corpo due bambini accompagnati da un paio di adulti deposero sull’orlo del cratere un mazzo di fiori gialli primaverili ed un biglietto a lei dedicato con un distintivo su cui era scritto 

I BAMBINI SONO SEMPLICEMENTE GENTE NUOVA

THE END