ritorna ad  nuova HOME PAGE 2021

E' consentita la riproduzione , ,senza fini di lucro dei materiali prodotti dall'Osservatorio sui Balcani di Brindisi  con l'obbligo  di riportarne esplicitamente la fonte.

OSSERVATORIO SUI BALCANI DI BRINDISI

FLUSSI MIGRATORI E FUTURO GLOBALE

noi siamo gli uccelli che annunciano la tempesta che viene...

FOCUS TUNISIA

 CHI SIAMO GLI SPECIALI SULL'AFRICA
  Mail

OPEN AREA

 Pugliantagonistainforma

Archivio storico 

  Benedetto Petrone

Osservatorio 2007-2020


 homepage
categorie

L'approfondimento  sulla Tunisia

A cura del "non politicamente corretto" Antonio Camuso

Pagine

correlate

speciale FOCUS TUNISIA/3

 




 

 

 


 

 

 

  Tunisia,febbraio 2021, scontri con l'esercito  nella

  città  di Anakin Skywalker della saga di Guerre

Stellari"

di Antonio Camuso

...-"12 febbraio 2021 l’esercito tunisino è intervenuto per liberare il complesso petrolifero di Tatouine. Proseguono le partenze dai porti tunisini verso l’Italia."-

“ Dopo l’ultimo diverbio con le guardie imperiali ,il giovane Anakin Skywalker, con cupa tristezza, decise di accettare l’invito del maestro Jedi, ad abbandonare il suo villaggio natale  Tatoine e le sue case fatte con mattoni impastati con  le sabbie rosse del deserto che la circondava .

 

 “Mamma se vuoi , io rimango qui!” …ma sua madre in lacrime gli fece cenno di partire poiché a Tatoine non c’era speranza di poter affermare il suo destino con la Forza…:-“ Vai figlio mio, segui la tua strada, per te qui non c’è futuro!”-

 

George Lucas sceneggiando la  Saga di Guerre Stellari, non si sarebbe mai immaginato che 40 anni dopo,  che nella piccola cittadina di Tatouine, posta al confine est della Tunisia , dove il regista  aveva girato questa scena,  essa ,replicata, sarebbe  entrata nelle pagine dei media internazionali, a seguito delle proteste di centinaia di giovanissimi tunisini disoccupati, coetanei del suo Anakin Skywalker.

 Come il tormentato protagonista, Anakin, poi trasformatosi nel cupo Lord Fener, altri giovanissimi abitanti delle tante Taoiuine tunisine, insofferenti all’autorità e spinti dalla miseria crescente  stanno seguendo la strada dell’abbandono dai loro paesi dirigendosi verso la costa  per imbarcarsi verso l’Italia.

 IL giovane Anakin Skywalker , in Stars Wars, lascia Tatoine a bordo di una nave stellare dei maestri jedi e ad accoglierlo era la Repubblica della Confederazione, invece per i suoi concittadini attuali,  il viaggio verso la Repubblica italiana , dell’Europa comunitaria, inizierà su un gommone o una barca guidata non da un maestro Jedi, bensì da un trafficante di uomini,  spesso suo coetaneo, e ad accoglierli i materassi all’aperto di uno stracolmo centro di prima accoglienza.

Alcuni anni fa, altri Anakin delle Tatoine più misere della Tunisia,  si erano lasciati irretire da altri “ maestri della  Forza” che parlavano a nome di un presunto Stato islamico. Ragazzi, spesso analfabeti, provenienti dalle zone più interne e più povere di una Tunisia che  sulla costa  ospitava  resort turistici e affollate spiagge da turisti occidentali. Ragazzi che si erano trasformati come il giovane Anakin, spinti dal rancore nei confronti di una società che li metteva al margine, in tanti Lord Fener , divenendo i guerrieri del Male, al servizio del califfo nero dell’ISIS  e che avevano poi colpito il cuore del loro stesso paese di origine , mettendo in ginocchio la vitale economia legata al settore turistico, in spietati attacchi terroristici.

Oggi , la Tunisia  che affronta una gravissima crisi economico-finanziaria e con una crescente popolazione giovanile a causa dell’alto tasso di natalità,  si avvia , come nel 2011 ad esser costretta a dar sfogo alla spinta demografica, lasciando  emigrare un intera generazione senza speranza , con tasso di abbandono scolastico sempre più crescente. Un dato allarmante per  il governo tunisino, ma anche per quelli dei paesi dove i giovani si dirigono, poiché quest’ultimo dato li rende più difficilmente inseribili nei settori produttivi e invece più facilmente preda della criminalità e delle stesse cellule dormienti dell’Isis sul territorio europeo.

La cronaca delle manifestazioni a Tatouine nelle pagine dei media internazionali ripresi dal sito dei compagni di

https://lesoiseauxdelatempete.wordpress.com/

“12 febbraio Alcune dozzine di giovani hanno bloccato venerdi le strade a Tataoine nel sud della Tunisia per denunciare le promesse non mantenute dal governo che si era impegnato a fornire impieghi e investimenti  All’alba  l’esercito era intervenuto per impedire a decine di membri di questo cordinamento ad accedere al sito pereolifero di El Kamour e che minacciavano di fermare un pipeline che trasporta  la metà della produzione petrolifera della Tunisia  e che  è stato bloccato a più riprese  a partire dal 2017 con dei sit in che poi si erano trasformati in scontri con le forze di sicurezza… Nel novembre dello scorso anno l’amministrazione del Prime Minister Hichem Mechichi aveva propmesso la creazione di  centinaia di posti di lavoro  e  la creazione di un fondo progettuale  economico per Tatouine dopo colloqui con  i leader delle proteste dopo un mese di blocco  di una installazione petrolifera. Tre mesi  dopo il movimento di protesta ha indetto nuove manifestazioni se le promesse  non abbiano un a concreta realizzazione. Venerdì alcuni manifestanti hanno incendiato barricate  e cantato slogan mentre altri hanno fatto chiudere con la forza le attività private e pubbliche e preso parte allla dimostrazione   ma criticati da una parte dei residenti, in gran parte piccoli commercianti che  a loro volta hanno paura di saccheggi e vandalismo…

Tataoine soffre il 30 per cento della disoccupazione una delle più alte del paese e la povertà è al 17,8 per cento. L a pandemia di coronavirus  ha distrutto centinaia di posti di lavoro precari ed avventizi  e strangolato gli stessi affari illeciti che si consumavano attraverso il confine  tra Libia e Algeria,  che si traducevano in vitali entrate  nelle zone confinarie.

 

 

 

 

2)Carthago delenda Est! Savinus versus Dragus  febbraio2021

1)Tunisini…tsunami umano …La maledizione di Annibale e il mondo alla rovescia( di Antonio Camuso) aprile 2011

annuario 2021