Rinascita civica

 le iniziative e le denunce pubbliche

nella OpenArea di  Pugliantagonista 
CHI SIAMO COMUNICATI INCHIESTE HOME-NEWS BLOG    VIDEO ARCHIVIO
MAIL

 FOTO DA BRINDISI

RASSEGNA STAMPA FORUM LINK ARCHEOLOGIA MISCELLANEA

Osservatorio

sui Balcani di Brindisi

Archivio storico

Benedetto Petrone

OpenArea di Pugliantagonista l'altrainformazione

 Pugliantagonista

homepage

Pugliantagonista

YOU TUBE

indice/elenco

Rinascita civica: salvaguardare l'ex-lido Poste

Link

Con preghiera di pubblicazione

Rinascita Civica Brindisina, No al Carbone ed altri movimenti cittadini hanno dato un impulso decisivo, con le loro iniziative di sensibilizzazione, al definitivo recupero alla fruizione dei brindisini della spiaggia ex Lido Poste, situata nell'incantevole baia di Punta Penne.
Tuttavia, quello che Ŕ stato fatto sinora Ŕ solo l'inizio di un lungo percorso, dal momento che il degrado, la sporcizia e l'inciviltÓ si sono solo spostati di un centinaio di metri a nord.
Vere e proprie orde di campeggiatori abusivi quest'estate hanno letteralmente sfregiato quel tratto di falesia, ricca di macchia mediterranea, situata tra lido Poste e la spiaggia dei Vigili del Fuoco.
Siamo rimasti letteralmente sbalorditi per l'inciviltÓ di questi signori.
Tra gli alberi di pino abbiamo trovato di tutto:
quintali di bottiglie di plastica, tende ancora issate, sedie, divani, materassi, tavolini, coperte, resti di braci, migliaia di cartacce, immondizia di ogni tipo e tanto materiale di risulta dell'edilizia. Infatti, sembra proprio che nella zona accedano periodicamente camion che si liberano delle macerie su quel tratto di costa, senza pensare minimamente di conferire il materiale in una discarica autorizzata allo stoccaggio degli inerti, come prevede la legge.
Non ci stancheremo mai di sostenerlo: si tratta di una situazione indegna di qualsiasi paese civile.
Esigiamo, pertanto, interventi concreti e tempestivi per cancellare questa vergogna.
Chiediamo alle autoritÓ preposte la rimozione immediata dei rifiuti, che costituiscono un intollerabile sfregio al paesaggio ed un potenziale pericolo igienico sanitario e la totale bonifica della zona.
Chiediamo il monitoraggio della zona h24, anche con l'ausilio di sistemi di videosorveglianza per individuare e sanzionare secondo le leggi vigenti chi sta riducendo il
nostro bel litorale una discarica a cielo aperto.

Il link all'album fotografico su facebook

 
 

 

home page

 

Open Area Pugliantagonista informa

mail provvisoria

pugliantagonista@libero.it

Ŕ consentita  la riproduzione a fini non di lucro con l'obbligo di riportarne  la fonte
 

 
Osservatorio sui Balcani di Brindisi
osservatoriobrindisi@libero.it
 
 

Archivio Storico
Benedetto Petrone
 
mail provvisoria
archiviobpetrone@libero.it
 

Presidio Permanente  NO DISCARICHE Taranto
 
no discarica in Irpinia altopiano formicoso