Archivio storicol'archivio dei movimenti pugliesi"Benedetto Petrone"

per non dimenticare Benedetto Petrone, Fabrizio Ceruso, Walter Rossi. Saverio Saltarelli...

chi siamo documenti ricordi memoria fondi      foto/  video mail
Bari

Brindisi/ Ostuni

Lecce Taranto Foggia Italia  Mondo
 

ritorna a HOME PAGE

 
categorie/index

pagine dell'annuario dell'archivio 1800-1917 

il 1890/1

link

1800/1918
1918/1945
1945/1967

1968

1969/1976
1977
1978/1990
1990/2001
2001>>
 
Resistenza
l'altra Resistenza
Antifascismo
Benedetto Petrone
è consentita  la riproduzione a fini non di lucro dei materiali dell'Archivio Storico Benedetto Petrone con l'obbligo di riportarne  la fonte
 
 
 
 
 
Puglia rossa
Irpinia ribelle
Iniziative
 
 
Genova 2001
Ylenia
 

 

 

Primo maggio 1890, primo maggio 2020

Primo maggio nel mondo attraverso alcune curiosità storiche

Il treno delle otto ore guidato da Marx ed Engel

treno 8 ore

Questa illustrazione è tratta dal numero 150 della rivista tedesca der Wabre Jacob del 1892:la locomotiva rappresenta la rivendicazione della giornata lavorativa di otto ore. Una locomotiva a vapore guidata da Marx ed Engel, i cui vagoni sono tutte le nazioni del mondo e che oltrepassa i fantasmi del passato in rovina: La Chiesa e il Feudalesimo trovando sul suo cammino il toro capitalista che inersorabilmente sarà travolto…purtroppo una speranza ancora da divenire,

La commemorazione dei morti di Chicago e  i martiri anarchici del 1896-97 nella rivista tedesca Arbeiter illustrierter Zeitung

 

I Gadget socialisti di inizio secolo per il Primo maggio

Quando non si poteva manifestare in piazza per il Primo Maggio in Italia, l’alternativa erano le passeggiate operaie con addosso i simboli della lotta dei lavoratori:

I DISTINTIVI PER LE PASSEGGIATE OPERAIE:
garofani di stoffa profumati con bocciolo in gomma, perfettamente imitati al costo di 15 cent al singolo , sconti eccezionali per quantità sup a 100

Spille Marx-Ferri_Turati, con bordo di metallo inalterabile e ritratto in fotografia:ciascuna 10 cent:

ordinazioni alla libreria G Nerbini- Firenze

La cartolina del Primo Maggio edita a Torino vendesi a Roma presso Agenzia giornalistica libraria via G Lanza a cent 90.

 

L’ASINO DI ALESSANDRIA DEL 1903

Un San Giorgio col berretto frigio che combatte il serpente capitalista è nella copertina dell’Asino, giornale  socialista di Alessandria  nell’edizione per il Primo Maggio 1903

LE TRE OTTO  

Otto ore di lavoro, otto di svago, otto di riposo (sonno), le tre rivendicazioni principali dell’intero mondo del proletariato mondiale  a partire dall’Ottocento.Parole d’ordine dell’intero movimento socialista che risuonavano nei cortei del  PRIMO MAGGIO, in tutto il mondo  in nome dell’unità di tutti i proletari.

le tre otto

Il grande sciopero inglese del 1889

Il grande sciopero dei portuali di londra del 1889 ( the Great Dock Strike) è forse l’immagine della gforza travolgente del movimento operaio in Europa e in cerca di una direzione ed un obbiettivo oltre la rivendicazione delle Tre otto.  Un’immagine  ripetuta negli anni successivi in mille manifestazioni che trovarono intorno il Primo maggio uniti tutti i lavoratori europei. A distruggere questa unità sarà la Prima guerra mondiale con  la divisione del movimento socialista tra pacifismo e interventismo nazionalista. Ad esso seguiranno gli anni bui del fascismo e del nazismo e della seconda guerra Mondiale.  Il capitalismo  sopravvive ancor oggi con il ricatto delle guerre  e della parola d’ordine meglio “- MORTI CHE ROSSI!”-

-------------------------------------------------

1 maggio 1890 in Germania

i socialdemocratici lo festeggiano :tra essi Bebel e Singer

foto tratta dallo speciale Unità 1990

----------------------------------------------------

primo maggio 1890-1 maggio 1990

la copertina di una speciale serie  edita per l'UNITA'

---------------------------

PRIMO MAGGIO 1988, DELL’ANARCHISMO MERIDIONALE,  A CANOSA di Puglia

------------------------------------------

Primo maggio1920 a Mosca,

Un secolo fa , la Russia minacciata da tutti i fronti e con lo spettro della carestia, celebra il Primo Maggio: il suo leader Lenin trasporta fasci di legna al Cremlino.

 

Su  Lenin (1870-1924) 

 Lenin nacque in Russia a Simbirsk (oggi Ulyanovks) il 22 aprile 1870 (10 aprile nel calendario giuliano allora in vigore), e morì a Gorki il 21 gennaio 1924, all'età di 54 anni. Lenin è il nome di battaglia di Vladimir Ilic Ulyanov, in quanto nel 1897 era stato deportato dal regime zarista in un remoto villaggio siberiano sulla riva del fiume Lena.

Figlio di un ispettore scolastico. Nel maggio 1887 il fratello maggiore Aleksej venne impiccato per aver partecipato alla preparazione di un attentato contro Alessandro III; questo fatto contribuì a convincere il giovane Lenin dell’erroneità della pratica rivoluzionaria dei populisti che intendevano sollevare i contadini compiendo atti terroristici esemplari. Espulso lo stesso anno dall’Università di Kazan, si trasferì prima a Samara e poi a Pietroburgo (dove nel 1891 si laureò in giurisprudenza); in quegli anni compì ampi studi di politica e di economia che lo avvicinarono al marxismo e lo portarono a delineare, nella polemica contro i narodniki (populisti) e nell’analisi della struttura economica russa, la sua concezione del processo rivoluzionario. E' di questo periodo il suo saggio Che cosa sono gli ‘amici del popolo’ e come lottano contro i socialdemocratici? (1894). Tornato da un viaggio in Svizzera durante il quale fece la conoscenza di Plechanov, fondò a Pietroburgo il gruppo "Emancipazione del lavoro", per l’unificazione dei gruppi rivoluzionari, ma nel dicembre venne arrestato e scontò quattordici mesi di carcere e tre anni di esilio in Siberia. Qui sposò N. Krupskaya e si concentrò negli studi di economia e storia che….http://comintern.splinder.com/post/3866951

HOME PAGE


OPEN AREAL'informazione

 di

 

 

Osservatorio sui Balcani

di Brindisi

 

osservatoriobrindisi@libero.it

 

Archivio Storico
Benedetto Petrone
 
mail provvisoria
archiviobpetrone@libero.it