Archivio storicol'archivio dei movimenti pugliesi"Benedetto Petrone"

per non dimenticare Benedetto Petrone, Fabrizio Ceruso, Walter Rossi. Saverio Saltarelli...

chi siamo documenti ricordi memoria fondi      foto/  video mail
Bari

Brindisi/ Ostuni

Lecce Taranto Foggia Italia  Mondo
 

ritorna a HOME PAGE

 
categorie/index

pagine dell'annuario dell'archivio 1918-1945 

il 1920/1

link

1920

1800/1918
1918/1945
1945/1967

1968

1969/1976
1977
1978/1990
1990/2001
2001>>
 
Resistenza
l'altra Resistenza
Antifascismo
Puglia rossa
Irpinia ribelle
Iniziative
Benedetto Petrone

HOME PAGE


OPEN AREAL'informazione

 di

 

 

Osservatorio sui Balcani di Brindisi
 
 
 
 

Archivio Storico
Benedetto Petrone
 
mail provvisoria
archiviobpetrone
@libero.it

 

 
 
 
 
 
Genova 2001
Ylenia
è consentita  la riproduzione a fini non di lucro dei materiali dell'Archivio Storico Benedetto Petrone con l'obbligo di riportarne  la fonte

 

MOSCA :PRIMO MAGGIO 1920

 

Un secolo fa , la Russia minacciata da tutti i fronti e con lo spettro della carestia, celebra il Primo Maggio: il suo leader Lenin trasporta fasci di legna al Cremlino.

Quel primo maggio 1920 a Mosca  è celebrato con grandi manifesti che celebrano la rivoluzione dei Soviet, e mostrano un popolo unito nelle sfide  che ancora deve affrontare: la situazione economica, con la produzione industriale crollata ad unn settimo dal livello prebellico,  e in perenne carestia a causa della controrivoluzione dei “Bianchi”, dell’assalto a tenaglia delle potenze vicine  ed occidentali anti-comuniste che occupano le regioni fertili  del Sud, mentre le armate Polacche infliggono pesanti perdite all’esercito Russo.   L’intero popolo russo è mobilitato con alla testa il partito boscevico, ma dovrà attendere ancora un anno per vedere allontanarsi la minaccia della controrivoluzione e dell’aggressione imperialista.

marinaio russo 1920

Quel giorno del Primo maggio 1920, Lenin è fotografato insieme ad altri suoi compagni,  mentre trasporta  fasci di legna, nel Cremlino, in uno di quei servizi volontari collettivi a favore dello Stato( i cosiddetti subbotniki) e della comunità, che caratterizzeranno i primi maggio sovietici.

Lenin

Lenin è particolarmente legato a questa festività poiché il suo nome di battaglia Lenin , lo ha scelto per ricordare i morti della repressione poliziesca del 1912, in Siberia , in occasione degli scioperi del primo Maggio, quando vi aderirono 400.000 operai, che chiedevano le otto otre di lavoro, la confisca delle proprietà terriere e la fine dell’autocrazia.In quell’occasione  operai in sciopero furono fucilati sul fiume Lena e Vladimir I. Ulianov, scelse il nome di Lenin giurando di vendicare quel massacro.

primo maggio Russia popolo 1920

Archivio Storico Benedetto Petrone

Speciale Primo Maggio 2020 di Pugliantagonista.it